I tubi utilizzati nel Riscaldamento a Pavimento e la loro corretta Installazione

tubi pex riscaldamentoCome abbiamo già avuto modo di spiegare, la tecnologia dietro il riscaldamento a pavimento si è evoluta. Sono passati duemila anni da quando i romani utilizzavano un piano ammezzato dove costruire focolari in pietra che riscaldavano il pavimento del piano di sopra, dove si abitava. E sono passati anche parecchi anni dall’ uso dei tubi di piombo, poi rame (utilizzati ancora nella parte “caldaia” ma non sotto il pavimento) e successivamente Polibutilene.

Oggi i riscaldamenti a pannelli radianti utilizzano tubi in PEX, polietilene reticolato. Qualcuno di voi storcerà il naso di fronte all’utilizzo di un materiale plastico, ma sono solo preconcetti. La paura è che non siano resistenti, che si possano rompere, che non supportino temperature alte, che possano fermarsi crepe in cui l’acqua possa infiltrarsi e a quel punto sia necessario rompere il pavimento.

Paure legittime per coloro che non conoscono questo materiale. Fate una prova: dai vostri installatori prendete un pezzo in Pex, vediamo se riuscite a scalfirlo con le unghie. Per quel che riguarda le alte temperature ricordate che i riscaldamenti a pavimenti operano con acqua a 35-40 gradi, non particolarmente alta, in ogni caso i tubi in Pex resistono fino a 180 gradi con una pressione di 100 psi oppure 200 gradi con 80 psi.

Sono inoltre resistenti alle incrostazioni e ai funghi, niente depositi calcarei. Resistono anche alle sostanze chimiche visto che nel riscaldamento a pavimento si utilizza anche il glicole (antigelo) mischiato ad acqua.

Ovviamente le accortezze che devono prendere gli installatori sono diverse nella posa dei tubi. Ad esempio non devono mai stare attaccati a travetti o giunture di metallo che possono spingere e provocare rotture.

I tubi nei sistemi a pannelli radianti a pavimento vengono installati all’ interno del massetto. Il processo di sedimentazione del cemento può danneggiare il tubo se non è installato correttamente e protetto (ecco perchè è importante che siano “infilati” all’interno di guide isolanti e lontani da giunture metalliche e da travetti in legno). Il calcestruzzo poi si espande e si contrae quando è sottoposto a variazioni significative di temperatura esercitando una pressione sul tubo. Alcuni installatori danno poco peso a questa cosa, sbagliando. Non è insolito pensare che il tubo utilizzato per il riscaldamento radiante in un pavimento venga installato in un modo simile a quello per uso idraulico idraulici che è invece messo sotto il massetto.

L’abrasione: il cemento ha una superficie rugosa. Quando il calcestruzzo si muove può scalfire il tubo. Quelli in rame hanno una reazione chimica con il cemento, ciò crea dei microscopici fori. Con il pex ciò non succede, ma danneggiamenti possono essere possibili. Ecco perchè ancora una volta ribadiamo l’importanta di installare correttamente i tubi, protetti, ma non isolati (non potrebbero far passare il calore e diffonderlo) e lontani da giunture metalliche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *